Prima pagina

L'ansia da maltempo è una faccenda piuttosto recente, da quando decine di app installate sui nostri telefonini continuano a mostrare icone con goccioline di pioggia e fulmini, lasciando molti inesperti basiti. I più non sanno che si tratta soltanto di una probabilità numerica espressa sotto forma di icona, e quindi sono portati a credere che il tempo durante la vacanza sia irrimediabilmente compromesso.

Nulla di più falso. È buona norma ascoltare i bollettini o leggere quelli testuali. Anche la statistica e la climatologia ci vengono in soccorso. Durante il trimestre estivo il maltempo ha solitamente la durata di poche ore, e solo molto di rado transita una perturbazione in grado di rovinare un'intera giornata.

Inoltre parlando di maltempo non dobbiamo riferirci necessariamente

a piogge temporali. Anche il caldo intenso con temperature molto elevate, in particolare quando è accompagnato da elevati tassi di umidità, può tranquillamente essere considerato maltempo. Soprattutto per quanto riguarda quest'ultimo aspetto nei prossimi giorni ci saranno, come da titolo, ottime notizie.

La parte di anticiclone subtropicale dominata dalle correnti di matrice africana che ci sta interessando direttamente e che sta portando temperature decisamente oltre le medie del periodo, verrà spazzata via dal transito di una modesta saccatura in quota la quale avrà il merito di trascinare con sé il caro e spesso latitante anticiclone delle Azzorre.

Ci vorrà ancora un po' perché questo cambio coinvolga tutta l'Italia, ma già tra lunedì e martedì le cose cambieranno a partire dal Nord. Un primo sistema nuvoloso porterà delle precipitazioni essenzialmente sulle aree alpine e prealpine, coinvolgendo le alte pianure di Piemonte e Lombardia. Il tutto sarà accompagnato da manifestazioni temporalesche su quelle zone.

Le temperature inizieranno a calare e entro la giornata di giovedì la rinfrescata, seppure senza fenomeni particolari al seguito, si sarà estesa anche alle regioni meridionali.

I due passaggi nuvolosi principali avverranno al Nord, tra lunedì-martedì il primo e giovedì il secondo, ma come possiamo osservare dalla cartina (© Meteociel) che ci mostra il totale cumulato di pioggia nei prossimi cinque giorni saranno soltanto le aree dei laghi lombardi e le zone prealpine più in generale ad essere interessate da qualche pioggia o temporale. Gli accumuli più significativi sono comunque presenti su un'area ristretta.

Più in generale altrove proseguirà il bel tempo con temperature che gradualmente, a partire da lunedì-martedì ritorneranno verso le medie del periodo Tempo ideale per chi è in vacanza quindi, ma anche tempo ideale per chi resta in città, in quanto la canicola insopportabile di questi giorni ormai ha le ore contate e da giovedì sarà un ricordo anche al Sud. inoltre sembra che la situazione di stabilità e di temperature non troppo elevate potrà durare poi per qualche giorno ancora.

Non mancate di seguire gli aggiornamenti sempre da queste parti.